ciabrea
fiere
magliotto
ravone
bligny

Le configurazioni OUTDOOR rispondono a tutte le esigenze di monitoraggio remoto in ambiente esterno anche in condizioni ambientali estreme.

Sono caratterizzate dalla connettività di tipo wireless (rete “mobile” o “WiFi”) e dalla collocazione “esterna” di tutte le sue componenti.

A tal proprosito, sia i sensori di terze parti acquistati sul mercato delle componenti, sia gli elementi modulari ACRONET che la possono comporre, sono individuati e/o progettati nell’ambito di apparati stagni, con elevate caratteristiche di resistenza meccanica ed all’aggressività degli agenti esterni.

In linea generale, le configurazioni OUTDOOR sono inoltre caratterizzate dalla totale autonomia energetica garantita da fonte solare.

In casi particolari, dettati da specifiche necessità della catena di misura, e consentiti dalla presenza di una rete elettrica presso il sito di installazione, l’alimentazione (comunque continua e a bassa tensione) può essere fornita mediante impianti di trasformazione e linearizzazione esterni.

Di norma sono composte dei seguenti moduli elementari:

l’equipaggiamento sensori, che può comprendere sia Elementi Modulari ACRONET realizzati in applicazione del Paradigma (ACROSENSOR), sia sensori commerciali di terze parti;
Una stazione ACROSTATION “O” (Outdoor), sempre realizzata in applicazione del Paradigma Acronet.
Per la trasmissione del segnale e la loro alimentazione elettrica, tutti i sensori sono connessi alla stazione attraverso il cavo specifico di ciascuno, per cui devono essere montati tra loro in posizione ravvicinata (max 5-10 m.).

KIT FAI DA TE

La realizzazione in proprio, l’installazione in situ mediante semplici kit di montaggio fai da te (IKEA Model) e il basso costo finale delle misure rendono una rete di sistemi di monitoraggio ambientale ACRONET eticamente sostenibile, adottabile senza importanti investimenti iniziali e gestibile da tutti, in piena autonomia.

Stiamo inoltre lavorando su nuove tipi di configurazioni,
cercando di soddisfare esigenze di misurazioni in ambienti diversi:

Le configurazioni Urbane sono ideate per sfruttare, ove presente, la connettività urbana per la ricetrasmissione dei dati da e verso l’infrastruttura ACRONETWORK.
Sono caratterizzate dalla distribuzione degli elementi della catena di misura in due parti distinte: una esterna cosiddetta “di campo” (field side) presso cui sono collocati sia il parco sensori sia un modulo specifico per la collezione locale dei segnali e la sua trasmissione via radio (ACROHUB), ed una interna (indoor side) presso cui risiede una stazione ACROSTATION “I” (indoor) che riceve il segnale radio da ACROHUB e comunica con l’infrastruttura ACRONETWORK.
Come per le configurazioni “outdoor”, sia i sensori di terze parti acquistati sul mercato delle componenti, sia gli elementi modulari ACRONET collocati in esterno, sono individuati e/o progettati nell’ambito di apparati stagni, con elevate caratteristiche di resistenza meccanica ed all’aggressività degli agenti esterni.
Stessa cosa dicasi per l’alimentazione elettrica di questi apparati che in linea generale, è garantita da fonte solare.
Per la trasmissione del segnale e la loro alimentazione elettrica, tutti i sensori sono connessi all’apparato ACROHUB attraverso il cavo specifico di ciascuno, per cui devono essere montati tra loro in posizione ravvicinata (max 5-10 m.).
La parte interna della catena di misura è rappresentato dal solo elemento ACROSTATION “i” presso cui risiedono sia le funzionalità di ricezione dei dati dal corrispondente apparato ACROHUB, sia le funzionalità di datalogger per lo storage e l’elaborazione locale delle misure.
L’alimentazione elettrica è assicurata nel caso dalla rete domestica a 220V, per cui la stazione è dotata di trasformatore e linearizzatore interno.

Le configurazioni “Ambientali” rispondono a tutte le esigenze di monitoraggio “remoto” e “locale” in ambiente interno.
In relazione alla estrema eterogeneità delle possibili esigenze non sono posti limiti alle modalità di connessione all’infrastruttura ACRONETWORK che può avvenire sia in modalità wireless (rete “mobile” o “WiFi”) sia attraverso la connettività urbana (ADSL) qualora presente.
La catena di misura è realizzata sulla base dei seguenti componenti:
• l’equipaggiamento sensori, che può comprendere sia elementi commerciali di terze parti, sia specifici Elementi Modulari realizzati in applicazione del Paradigma (ACROSENSOR “i”);
• le stazioni propriamente dette, ovvero gli elementi modulari della famiglia ACROSTATION “i” (indoor), del tutto analoghi a quelli utilizzati per le configurazioni Urbane.
Per la trasmissione del segnale, i sensori sono connessi alla stazione attraverso moduli radio a bassa potenza, e devono essere collocati tra loro in posizione ravvicinata (max 40-50 m.). Di norma sono alimentati con batterie sostituibili.
Come nel caso delle configurazioni urbane, la Stazione ACROSTATION “i” è alimentata dalla rete domestica a 220V.

Le configurazioni “Mobile” rispondono a tutte le esigenze di monitoraggio remoto in ambiente esterno su base mobile e sono ideate per essere installate su mezzi o persone in movimento (biciclette, moto, auto, treni, bus, ecc.).
Sono caratterizzate dalla connettività di tipo wireless (rete “mobile” o “WiFi”) e dalla virtualizzazione delle funzionalità di datalogger e comunicazione con l’infrastruttura ACRONETWORK nell’ambito di una apposita applicazione per smartphone.
Come per le configurazioni “outdoor”, sia i sensori di terze parti acquistati sul mercato delle componenti, sia gli elementi modulari ACRONET collocati in esterno, sono individuati e/o progettati nell’ambito di apparati stagni, con elevate caratteristiche di resistenza meccanica ed all’aggressività degli agenti esterni, con la capacità di comunicare via Bluetooth 4.0 con lo smartphone che ospita il datalogger virtuale.
In linea generale, l’alimentazione elettrica di questi apparati è garantita da batterie ricaricabili.
Per la trasmissione del segnale e la loro alimentazione elettrica, tutti i sensori sono indipendenti e, nel rispetto dei limiti imposti dalla comunicazione Bluetooth 4.0., devono essere montati tra loro in posizione ravvicinata (max 5-10 m.).
La comunicazione con l’infrastruttura ACRONETWORK è garantita dalle funzionalità dello smartphone che ospita la stazione virtuale (mobile o WIFI).